Yidakiwuy Dhawu Miwatjngurunydja  

Yol\u Rom - Racconti sullo Yidaki - Dju\girriny'

Djalu' da' una dimostrazione della canzone Barra, il vento dell'ovest e il suono del Dju\girriny', allo yidaki forum del Garma festival 2004.

clicca sull'immagine per aprire un clip video in una nuova finestra

Djalu Gurruwiwi ama condividere la storia, che gli e' stata trasmessa dal padre, sul Dju\girriny' lo yidaki potente e profondo appartenente al clan Galpu, che ha la forza di agitare Barra il vento dell'ovest e di mettere in comunicazione la gente di terre lontane, attraverso il suo suono che viaggia nel vento. E' credenza comune che Djalu sia "il custode dello yidaki" per gli Yolngu ma cio' non e' esattamente vero, come egli afferma nella sua storia che segue, egli e' stato scelto da suo padre come detentore della conoscenza relativa allo yidaki del suo clan e per suonare le loro canzoni, e come depositario delle storie del Dju\girriny' e di un altro yidaki profondo appartenente ai Galpu e ai clan ad essi apparentati. Egli non e' dunque il padrone di tutti gli yidaki degli altri clan, sebbene, a causa del suo grande interesse, ne sappia un bel po'. Molti Yolngu da Miwatj e Laynha riconoscono i Galpu come i detentori del primo yidaki, ma, a differenza di quella sul Dju\girriny' che pubblichiamo di seguito, questa storia non puo' essere divulgata.

Djalu ha dichiarato che lo yidaki qui' raffigurato e' quello che ha sempre sognato di trovare. Lo chiamava dalla foresta mentre era in cerca di yidaki e pensava, "dov'e' questo yidaki? Devo trovarlo!". Quando lo trovo' e comincio' a tagliarlo, sgorgo' dell'acqua dal buco. Il tronco cavo si era riempito di acqua piovana che aveva nutrito il legno dall'interno mentre l'albero era ancora vivo. Egli ha affermato che suonare questo yidaki l'ha guarito.

E' un Dju\girriny', uno strumento grande e potente, con una media backpressure. A Djalu non piacciono gli strumenti piccoli con un'elevata backpressure, egli ritiene che siano buoni per gli stili veloci e aggressivi preferiti oggi dai giovani Yolngu ma non sono affatto buoni per la salute. La chiarezza e la bassa backpressure aiutano a respirare pienamente e naturalmente invece di forzare il respiro per suonare. Questo e' cio' che suo padre gli ha insegnato e questo e' confermato dalla sua salute e dall'abilita' nel suonare e di cacciare; altri anziani hanno smesso di suonare da molto tempo e se ne stanno a casa.

Questo Dju\girriny' e' piu' grande e profondo di quello che abbiamo visto prima, che e' usato da Djalu nel video seguente. E' lungo 174 cm, con un'imboccatura di 38mm e una campana di 13,5 cm. E' in re con un toot in Mi, e richiede una grande energia e un labbro sottile e raffinato. Il suono e' molto caldo e ricco di bassi, e al tempo stesso ha una grande chiarezza sugli alti. Re e' una nota grave per gli yidaki moderni, mentre l'altro Dju\ggirriny' che abbiamo visto e' in MI. Ma li accomunano le larghe dimensioni, la campana aperta, un suono caldo e potente, con gli armonici alti equilibrati, toot pieno e una backpressure media. Questa combinazione di suono, dimensioni e suonabilita' , costituisce quello che Djalu chiama il Dju\ggirriny' perfetto per la salute. Ascoltate Djalu mentre suona la canzone Barra con questo yidaki sul video clip e poi la stessa canzone con un altro yidaki in un estratto dal cd Gawurr Manikay.

Dh^wu Dju\girriny'puy (La storia del Dju\girriny')

Questa e' la storia proprio come Djalu l'ha raccontata al Garma 2002, nella sua lingua Galpu. I lunghi elenchi di nomi di localita' sono normali nella narrativa e nel canto Yolngu, sono una parte dell'estensione tra la terra e le persone. Egli si riferisce al Dju\girriny'puy originale legato al luogo sacro con i M^wu\dell'Isola di Goulborn al largo delle coste settentrionali dell Arnhem Land. Una parte della storia viene declamata anche nella canzone Barra da Gurritjiri il fratello di Djalu.

Yow, dh^wum nh^pawuy yidakiwuy \unhal nh^la\ |aypinya Gurruwurru ga \ayi nhan Winirri\ ga \ayi nhan Yunawalthamana, Dhararrarra ga Yirrkay banhaya \ayi ri\gitj malanyna. |ayi ri\gitj \ala\uru banha... Questa storia e' sullo yidaki nelle terre di |aypinya, Gurruwurru, Winirri\, Yunalwathamana, Dhararrarra e Yirrkay. Da questi luoghi ri\gitj. (luoghi condivisi dai clan per le cerimonie).
Ga banhayam yidakim... yidakim nhan banhaya nhan dhupal m^rrma' - Marrakulu ga G^lpu. Yidaki-wa\an dhupal Marrakuluyu, ga nhanam m^ nhangu malikinan yaka nhan wata-wulan. E quello yidaki.... c'erano due yidaki: Marrakulu e Galpu. Questi due clan suonavano lo yidaki e quando i Marrakulu suonarono, non funziono' e il suono non arrivo'.
Banhaya nhan Dju\girriny'\a \ayim. Dju\girriny'\a. |unha Gurruwurru'\a. Ga Dju\gurriny'\a ga Manhdharr\a, ga |aypinyan. Manymak? Questo avvenne li' a Dju\girriny'. Dju\girriny', Gurruwurru, Manhdharr, |aypinya. Ok?
Banhayam yidakim, banhayam Dju\girriny' ny^ku. Yidaki-wa\anham bala nhan malikuyinan lupthuwanan dupthuwanam nhan ga dhurrwara\a Manhdharr\a dhal'yuwan. Quello yidaki particolare chiamato Dju\girriny' e' mio. Quello yidaki Marrakulu suono' ma ando' bene, affondo' nell'acqua. Poi il suono si getto' nella bocca del fiume a Manhdarr.
"|anapurru\guny dhuwal y^tjthinan, yapa." Bitjan nhan. "|ay wilak nhuman birr'kay'yuwa." Questo qui dei nostri ando' male, sorella (stressando la relazione famigliare tra i clan G^lpu e Marrakulu). Cosi' hanno detto. "Ecco, prova tu lo Yidaki"
Dit'thu\-dhuwanam nhanam miwukthuwanan wata B^rra'. B^rra'. Yalyal miwukthuwan bala liyuwan Gurruwurru. G^lmak against nhan banha liyuwanan G^lmak. "Y^w, manymaktjinan," bandakwulanynha liyuwanam Matjindji. Liyuwanam. Lo yidaki suono' e il vento B^rra' si alzo'. Questo vento leggero soffio e raggiunse Gurruwurru. Raggiunse Ga..mak (la casa di Wititj il pitone oliva). "Hey, questo e' buono!" Poi colpi' Bamdakwulanyhnha e Matjindji (una scultura e una borsa rituale sacre ai Galpu). Colpi' e risuono'.
"Yow, gatjuynha. Goulburn ga |aypinya." "Okay prendete quello yidaki, popolo di Goulbourn (nel nord'est della Terra di Arnhem) e |aypinya"
Ga balam nhan rirrakaynha na\'thuwan Gomumuk. Gomumuklin. Ga Mirarrmina. Ga Gurwana, Many'punurru, Yapayapa. E poi il suono arrivo' a Gomuk. E a Mirrarmina. E a Gurwana, a Many'punurru e a Yapayapa (Arnhem Land nord centrale).
Yow, banhayam part ny^kuway, \unha Dju\girriny', Goulburn \oya yaka, dhunupa. |unhaya wal\a badak \unha. Badak \unhaya. Si', quello yidaki e' il mio, il Dju\girriny'. Sta laggiu' proprio a Goulbourn. E' ancora vivo li'. Ancora li'.

Un yidaki in La costruito da Mithinarri Gurruwiwi e usato nelle cerimonie negli anni '60,
identificato dal figlio di Mithinarri e da Djalu come un Dju\ggirriny' nello stile di Goulburn.
|arru nhunu bayi\ bitja \unha nhunu bayi\ ma wakin weka\ rrupiya yol\uyu. Ma se fate una foto laggiu' dovrete dare molti soldi (come pagamento per assistere ad un oggetto o un luogo/oggetto sacro).
|unhaya nhan \oya yaka. Banhayam G^lpu'wu yidaki \unhayam \urru\u. Manymak. Bala dith'dhu\-dhuwanan yakan \aya. |anapili\gu \alapalmi, djina\ wala \anapu yaka dith'dhu\dhun. Bala miwukthun yalyal. Sta li'. Quel primo yidaki appartenente ai G^lpu. Okay. E io suono yidaki ancora in quel modo. Dith'du\. Oggi noi suoniamo Dith'du\ sullo yidaki come i nostri antenati. E il vento leggero sorge.
|unha dit'thu\dhun yaka, \upan\arru\ \unha aah \unha bayma. May\upa, Gurralpa, Djinbiditnha \unha bayma.
|awa='\awa= \unha bayma. B^rra'. Dha\um |aypinya, Gayarrara,
Winirri, Yunawalthamana, M^tjitjpa, Gulukurru, Yirrkawuy. Sacred
\unhayam \ayi. Yuwalk!
Quando lo yidaki suona, si propaga fin la'. Li' a May\pa, Gurralpa, Djinbiditnha. E li' a |awa='\awa=. B^rra' il vento dell'ovest. Qui a |aypinya, Gayarrara, Winirri, Yunawalthamana, M^tjitjpa, Gulukurru, Yirrkawuy. Quelli sono luoghi sacri. E' vero!
Badak \unha. Yaka \arru nhan entering. |arru Mandawuy ga Galarrwuyyu dhupal yaka \ayathan. Dju\gaya.
E' ancora li'. Nessuno puo' entrare. Ma Mandawuy e Galarrwuy lo stanno mantenendo come djungaya (curatori degli affari e della terra del clan della loro madre).
Yow, \ayam ga Gurritjiri \upandawu \unhukuya \ayi malanynha banha
\upan. Yaka yu=a, \urru-na\gal bewali. Banhayam nhan wekanhan bitjanan, "\ay' Gurritjiri dha\um nhu\gulim bilmam, \ay' Djalu' yidaki dha\um nhu\guli. Yaka nhuma \arru badatjunma."
Si' Gurritjirri (mio fratello) e io cantiamo per quelle terre. Questa non e' una cosa nuova, e' sempre stato cosi' dall'inizio del tempo. Ora lui (nostro padre Monyu) ce lo ha dato cosi': "ecco Gurritjirri, i clapsticks (e quindi i canti) sono per te, e, Djalu, lo yidaki e' per te. Non dovete fallire".


PROSSIMA PAGINA - STORIE SULLO YIDAKI - DHADALAL

all material copyright 2006 Buku-Larr\gay Mulka Centre & the Yol\u individuals and clans concerned